mercoledì 27 luglio 2016

I social network e le emozioni

Ci svegliamo la mattina e il nostro primo gesto è prendere il telefono perchè "qualcuno" potrebbe averci scritto. Non importa se siamo andati a dormire all'1 e ci siamo svegliati alle 5, qualcuno potrebbe averci scritto.
Il bello, anzi, il brutto di tutto ciò è che la mattina potremmo svegliarci accanto a chi amiamo, e il primo gesto della giornata dovrebbe essere un gesto d'amore, una priorità che nella nostra vita, e nel mondo in generale, non abbiamo più.

Siamo dipendenti da un oggetto formato da circuiti, riversiamo la nostra vita e tutti i nostri segreti su di esso, è la nostra principale fonte di informazione ma sapete una cosa? Qualunque informazione puà darci un telefonino non è paragonabile alla scoperta che solo l'essere umano possiede un cuore.

Ci siamo scordati come funziona il nostro cuore? Possiamo googlarlo, ma niente su internet saprà realmente spiegarci cosa si prova quando...si prova. Quando si ama, quando ci emozioniamo, quando piangiamo ridiamo scherziamo ci arrabbiamo.

Possiamo provarci, tutti insieme, mettere il cellulare in una scatola con su scritto "non aprire" e partirebbe l'astinenza. Ma si può andare in astinenza da iPhone? Eppure, sì.

La nostra vita precipita se il telefono si sta per scaricare, ci sentiamo isolati dal mondo. Se il nostro telefono ci lasciasse, anche solo per un'ora, ci sentiremmo persi. Come se ci stessimo perdendo tutte le cose che nel mondo stanno accadendo.

Vogliamo parlare delle relazioni? Mi rifiuto di essere una persona che si emoziona per un cuore su whatsapp, cosa significa quel cuore? Me lo sai spiegare? E se sei arrabbiato perchè non vieni e me lo dici anzichè mandare un emoticon?

Non possiamo permettere a noi stessi che un telefono e delle faccine siano ciò che ci rendono felici.
Se ti sto mandando un cuore, è perchè probabilemente io a te ci tengo, ti amo, ti voglio bene, e voglio averti nella mia vita. Non darebbe molta più soddisfazione sentire o leggere queste parole che ricevere un cuore che lampeggia?

Non sarebbe più bello toccarsi per mano, passeggiare, e vedere insieme un tramonto con i nostri occhi e non con lo schermo di un telefonino?

Pensate se state guardando il tramonto più bello della vostra vita con la persona che amate, postate su Instagram "emozionante tramonto #sonofelice #sonoemozionata" ma la verità è che in questo momento, mentre tu stai condividendo il tramonto più bello della tua vita lo stai anche perdendo, non lo stai sentendo, non siamo più capaci di provare emozioni.

Veramente è più importante "condividerlo che viverlo?" Veramente con tutto ciò che nel mondo accade le nostre ansie, le nostre paure, i nostri sentimenti li conosce solo il nostro telefono?
Lui non può parlare, non può ascoltarci, non può regalarci emozioni.

Linkedin per sentirsi più vicini? Incontriamoci e sentiamoci uniti davvero
Facebook per condividere con gli altri, ma i momenti stessi li viviamo?
Whatsapp per parlare, comunicare. Comunichiamo davvero? Quante cose non scriviamo? Non sarebbe più bello guardarsi negli occhi?
Instagram per condividere momenti ed emozioni, che non sentiamo davvero. 
Social Networks per condividere, creare una connessione, che ci fa solo allontanare di più.

Noi non siamo un telefonino, non siamo un'unione di circuiti supertecnlogici. Noi siamo degli essere umani, ed essere uomini è la cosa più bella del mondo perchè possiamo provare emozioni talmente forti che ti fanno sentire di aver vissuto davvero.




Nella vita io cerco la magia, le emozioni, le risate forti che ti fanno piangere, i momenti perfetti con le persone che amo, lavorare e metterci la passione in ciò che faccio che mi faccia sentire libera.
Vorrei volare con la fantasia, vorrei che un pittore mi seguisse sempre e dipingesse le mie emozioni. Vorrei una tela dove esprimermi, un palco dove danzare, un prato verde ed immenso dove ballare.

L'amore lo voglio sentire, toccare e vedere e non attraverso uno schermo, perchè niente, e niente al mondo potrà mai sostituire il brivido dell'emozione più grande della vita quando ami, e quelli sono i momenti più belli, che non vuoi "condividere" con nessuno se non con le persone che ami e custodirli - non sul cellulare ma- nel tuo cuore per sempre.



6 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione, le serate più belle (e le emozioni più forti) le ho vissute con i social off line....
    Lucia
    http://legallychic.org/dietorelle-con-stevia/

    RispondiElimina
  2. Siamo un po' tutti i-phone dipendenti, ma è giusto staccare ogni tanto!
    Alessia
    Thechilicool

    RispondiElimina
  3. gli eccessi non fanno mai bene, io credo che se usato con moderazione sia un valido aiuto, se usato troppo ci aliena

    RispondiElimina
  4. "quando sei felice non sei sui social"....mai frase fu più vera!

    Alfonsina

    www.styleshouts.com

    RispondiElimina
  5. Le tue parole sono sempre così piene di verità...una riflessione che dovremmo tenere a mente, è proprio questa la vita che vogliamo? O per colpa dei social stiamo perdendo porzioni di vita?

    RispondiElimina
  6. Ieri sono stata tutto il giorno senza il cellulare perchè era il mio primo giorno di ferie ed ho ricordato quanto è bello non dipendere da nulla se non dall'amore

    Carmen
    Il tocco glam

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...